CONTATTA LO STUDIO
Pbx con ricerca automatica: 0692959901

Lavori per il passante, “sepolti rifiuti speciali”. Terreno sequestrato

L'avvocato Genchi: "Una area privata usata per gettare vernici e amianto"

Giornale di Sicilia - 9 novembre 2020 - di Connie Transirico

“È indubbio che hanno invaso la proprietà del mio assistito, tagliato gli alberi, scavato, sottratto la terra, interrato rifiuti pericolosi, smaltito non si sa come dell’amianto… Oltre a fare danni di varia natura, come tranciare i fili della rete elettrica e del telefono. In più chi opera è un’impresa di Misilmeri e non la società incaricata da RFI”.   L’avvocato Gioacchino Genchi spiega i motivi che hanno portato all’esposto nei confronti delle maestranze, della direzione dei lavori e dei legali rappresentanti della Società Consortile “Lotto Ms Palermo” e ora al…

Palermo: rifiuti speciali sotterrati nel cantiere del Passante Fs, scatta il sequestro

LA DENUNCIA È PARTITA DA UN RESIDENTE DELLA ZONA

ilSicilia.it - 8 novembre 2020 - di Davide Guarcello

https://youtu.be/xoa759Iztnc Rifiuti speciali sotterrati a pochi passi dalla nuova stazione ferroviaria realizzata a Palermo nei pressi di via Ugo La Malfa. Le immagini in alto – girate in via Pietro Nenni – sembrerebbero documentare operazioni illecite effettuate da un’impresa incaricata dalle Ferrovie per la sistemazione di viale Francia e via Monti Iblei, nell’ambito dell’appalto del Passante ferroviario.   Un residente della zona, insospettito da un continuo via vai di mezzi di cantiere intenti a seppellire scarti edili, sfabbricidi e perfino amianto, ha documentato tutto con le telecamere di videosorveglianza della propria casa, mandando la denuncia e un esposto alla Procura della Repubblica.…

Palermo: non resiste al “ciavuru” delle “stigghiole” ed evade dai domiciliari

IL FATTO, LO SCORSO 1 MAGGIO

ilSicilia.it - 28 ottobre 2020 - di Davide Guarcello

Certi “richiami” e “peccati di gola” non sono facilmente resistibili a Palermo. Nella città incoronata capitale italiana dello street food (e addirittura la quinta città al mondo), può accadere anche qualcosa di davvero singolare.   In pieno lockdown, lo scorso 1 maggio, quando ancora vigevano misure restrittive in tutta Italia, in un residence in zona Pagliarelli un palermitano si è messo ad arrostire stigghiole, piatto tipico della cucina siciliana e palermitana, che ha come ingrediente base le budella (in particolare quelle di agnello) e che «come tale gode di riconoscimento ufficiale, grazie all’inserimento nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (PAT) del Ministero delle politiche…

Diffamazione contro Iacuzzo: il gip non ha archiviato l’inchiesta per Montante e Cicero

Accolta opposizione

La Sicilia - 15 ottobre 2020 - di Redazione

Rigettata la richiesta di archiviazione dell’inchiesta che vede indagati per diffamazione Antonio Calogero Montante e Alfonso Cicero. I due, quando ricoprivano la carica di presidente di Confindustria Sicilia e presidente dell’Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive, avrebbero attuato un piano per screditare l'avvocato Salvatore Iacuzzo, che era stato direttore dell’Area di sviluppo industriale di Caltanissetta dal 1998 al 2007, personaggio non gradito all’establishment di quello che è stato definito «sistema Montante».   Il gip di Caltanissetta, Gigi Omar Modica, ha accolto l’opposizione avanzata dall’avvocato Gioacchino Genchi, difensore di…

Calunnia, “no all’archiviazione”: nuove indagini su Montante e Cicero

Live Sicilia - 14 ottobre 2020 - di Riccardo Lo Verso

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Caltanissetta ha rigettato la richiesta di archiviazione dell’inchiesta nei confronti di Antonello Montante e Alfonso Cicero. Il Gip Gigi Omar Modica ha ordinato al pubblico ministero di eseguire nuove indagini nei prossimi cinque mesi. I reati ipotizzati sono calunnia, diffamazione e accesso abusivo a sistema informatico.   L’ipotesi è che Montante e Cicero, quando ricoprivano rispettivamente la carica di presidente di Confindustria Sicilia e presidente dell’Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive, avrebbero attuato un piano per screditare l’avvocato Salvatore…

Gioacchino Genchi: “Intercettazioni: siamo nell’assurdo più assoluto”

il Tabloid - 8 settembre 2020 - di Redazione

L’avvocato Gioacchino Genchi, ex poliziotto ed ex consulente informatico della Procura di Caltanissetta, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus.   Riguardo la nuova legge sulle intercettazioni   “Sono quasi 40 anni che mi occupo di questa materia, la situazione è veramente preoccupante – ha affermato Genchi –. Siamo nell’assurdo più assoluto. Questa riforma è un allarme per la democrazia. È il risultato di una produzione legislativa fatta da incompetenti, persone probabilmente mai entrate…

1 2 55