CONTATTA LO STUDIO
Pbx con ricerca automatica: 0692959901

«Niente analisi delle sue carte di credito». Boccassini e quel no alle indagini su Falcone

Resta il giallo sul viaggio in Usa del giudice, a caccia di conferme da Buscetta. A processo, l’ex pm definì «poco professionale» il perito Genchi. Che cercava solo la verità

il Giornale - 11 ottobre 2021 - di Felice Manti - Edoardo Montolli

Al di là delle polemiche sull’amore per Giovanni Falcone rivelato da Ilda Boccassini, l’inedito risvolto privato riaccende i fari su uno dei fatti più misteriosi della Prima Repubblica: il viaggio a Washington del giudice palermitano alla fine di aprile del 1992. Fu infatti proprio Ilda Boccassini, da titolare delle indagini, a vietare che venissero controllate le sue carte di credito - cosa che avrebbe permesso di accertare l’esistenza del viaggio - per non invadere la sfera privata di Falcone, così come avrebbe testimoniato al Borsellino quater molti anni più tardi.…

Trattativa, teorema Genchi: ‘Le verità che nessuno dice’

Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, la sentenza trattativa. Intervista a Gioacchino Genchi

Live Sicilia - 26 settembre 2021 - di Antonio Condorelli

[video width="640" height="360" mp4="https://www.gioacchinogenchi.it/wp-content/uploads/2021/09/mafia-trattativa-falcone-sd-480p_Twc0MZnf.mp4"][/video]   PALERMO – Dal cuore dell’ufficio di Giovanni Falcone, col quale ha collaborato, ha imparato a conoscere equilibri e dinamiche degli assetti che reggono il potere non solo istituzionale a Palermo e nello Stato. Gioacchino Genchi, oggi avvocato, ieri vice questore aggiunto ed esperto informatico ripercorre gli anni più caldi delle Stragi, partendo dall’ultima sentenza, che ha smontato il teorema della “trattativa”, a partire dal coinvolgimento degli imputati assolti. Lo abbiamo intervistato. Avvocato, cosa ne pensa della sentenza e del processo sulla “trattativa Stato – mafia”? “Molti…

Il mistero dei computer manomessi di Giovanni Falcone. L’intervista a Report di Gioacchino Genchi

Rai3 - Report - 4 gennaio 2021 - di Redazione

Poco dopo la morte di Giovanni Falcone gli investigatori fanno una verifica sui suoi computer presso il ministero di Grazia e Giustizia e scoprono che sono stati eliminati dei file.   Lo racconta a Report l'avvocato ed ex ufficiale della Polizia di Stato Gioacchino Genchi.   Il servizio di Paolo Mondani dal minuto 1:00:00. Qui il video.

Speciale strage di Capaci, Genchi: “Non fu solo mafia. Gli americani dietro l’attentato”

ilSicilia.it - 2 giugno 2000 - di Davide Guarcello

https://www.youtube.com/watch?v=dQSgST59mzs&feature=emb_logo Dopo il successo dell’Anteprima “SPECIALE Strage di Capaci” realizzato per i 28 anni dall’attentato del 23 maggio 1992, ilSicilia.it vi propone la versione integrale dell’intervista esclusiva all’Avvocato Gioacchino Genchi.   Tra i massimi esperti di intercettazioni telefoniche in Italia, ex poliziotto e perito informatico, con un passato dedicato alle indagini relative alla strage di Capaci e via D’Amelio, l’Avv. Genchi è entrato nel dettaglio dei numerosi misteri irrisolti dell’attentatuni in cui morì il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani.   *****   L’INIZIO.   Si…

“Quello che rimane ai giovani del 2020 dell’impegno e del sacrificio di Giovanni Falcone, a 28 anni dalla strage di Capaci”. Incontro con Gioacchino Genchi

Comitato costituente della Consulta giovanile di Castelbuono - Facebook - 23 maggio 2020 - di Giorgio Ricotta

“Quello che rimane ai giovani del 2020 dell’impegno e del sacrificio di Giovanni Falcone, a 28 anni dalla strage di Capaci”. Questo il titolo di un incontro virtuale organizzato e promosso, dal Comitato costituente della Consulta giovanile di Castelbuono, attraverso un mezzo inedito volto a mitigare gli effetti delle distanze che quest’anno siamo tenuti a mantenere e rispettare, in concomitanza con l’anniversario della strage di Capaci, in cui furono trucidati i Giudici Giovanni Falcone e Francesca Morvillo, con gli agenti di scorta.   Attraverso un dialogo, moderato da Giorgio Ricotta e…

Speciale strage di Capaci, Genchi: “Falcone lasciato solo, odiato e invidiato da tutti”

L'ANTEPRIMA DELL'INTERVISTA ALL'AVV. GENCHI

ilSicilia.it - 23 maggio 2020 - di Davide Guarcello

https://youtu.be/BmYV7cMss4k «Falcone aveva il “turbo” e sapeva essere oculato e attento nelle scelte, anche perché quando tornava a casa sapeva che si confrontava con una donna intelligente che era anche un magistrato. Con la massima franchezza, io penso che gli unici due veri amici magistrati di Giovanni Falcone siano stati Francesca Morvillo e Paolo Borsellino; perché per il resto, nella sua categoria, al di là delle foto che vediamo in tanti studi di magistrati, di esponenti della Cassazione e del Csm, posso garantire che quando Falcone era in vita non c’era assolutamente questo grande amore…

1 2 6