CONTATTA LO STUDIO
Pbx con ricerca automatica: 0916513236

Sono ritornato a esercitare la professione di Avvocato

Pubblicato il 26 ottobre 2016 - Scritto da Gioacchino Genchi

Cari amici. Finalmente sono in pensione dalla Polizia di Stato! Nei giorni scorsi l'Ordine degli Avvocati di Roma ha deliberato la mia reiscrizione all'Albo ed è ora mia intenzione proseguire a tempo pieno la professione forense nella specialità penale, cui ho già dedicato con entusiasmo i miei anni giovanili e gli anni dal 2011 al 2015 di assenza dalla Polizia di Stato. Avrò, in tal modo, l'occasione di mettere a frutto l'esperienza professionale maturata in tanti anni, prima come avvocato e poi come funzionario di polizia e consulente dell'Autorià giudiziaria…

Sito in corso di riallestimento

Pubblicato il 26 ottobre 2016 - Scritto da Gioacchino Genchi

Denaro a fiumi, centinaia di posti di lavoro. La mafia ora punta sui centri commerciali.

Pubblicato il 26 ottobre 2016 - Scritto da Gioacchino Genchi

I market di Cosa nostra. Da Provenzano a Messina Denaro, da Falsone a Santapaola, i boss preferiscono riciclare i soldi nella grande distribuzione. Perfino Binu voleva aprire un supermercato nella sua Corleone. PALERMO. Perfino Bernardo Provenzano, durante la suavilleggiatura a base di ricotta e cicoria nel casolare di Montagna dei Cavalli, aveva gettato le basi per l’apertura di un supermercato Despar nella sua Corleone. Aveva fiutato l’affare, il vecchio Binu.  Soldi a fiumi, contanti subito e pagamenti a tre mesi: il modo migliore per riciclare i proventi del racket. Così,…

Mafia e Stato: nel passato le risposte per provare a capire il presente

Pubblicato il 26 ottobre 2016 - Scritto da Gioacchino Genchi

Il Fatto Quotidiano, citando il settimanale Panorama, riporta sul giornale di oggi la notizia dell’esistenza di alcune intercettazioni intercorse direttamente tra l’ex ministro Mancino e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Evidentemente non millantava, il consigliere giuridico del Quirinale Loris D’Ambrosio, quando rassicurava Mancino sul fatto che “il presidente aveva preso a cuore la questione”. I farisei che si stracciano le vesti in difesa del Colle, ultimo arrivato Ainis sul Pompiere della Sera (copyright Travaglio), fanno persino più orrore dei fatti in se stessi. E’ bene ripetere fino alla nausea…

Annullata la destituzione dal servizio dalla Polizia per Gioacchino Genchi che ha manifestato un desiderio “In divisa a rendere omaggio ai caduti per lo Stato”

Pubblicato il 10 agosto 2014 - Scritto da Gioacchino Genchi

L’afa soffoca Palermo. Il climatizzatore di uno studio legale in Piazza Principe di Camporeale gorgheggia. E sputa fiotti di aria gelida.Gioacchino Genchi (nella foto) sta seduto in mezzo a tre monitor del suo ufficio. Legge le continue e-mail che gli arrivano dal 24 luglio, quando la prima sezione del Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia, presieduta da Filoreto D’Agostino, ha depositato la motivazione della sentenza con cui ha annullato tutti i provvedimenti di sospensione cautelare e disciplinari dal servizio con i quali è stata programmata la sua destituzione dalla Polizia…

Il Tar: «Persecuzioni contro Genchi» Disposto il reintegro nella Polizia – I giudici sottolineano «l’eccezionale pervicacia dell’amministrazione» nel punire il vicequestore, prima sospeso per tre volte e poi destituito

Pubblicato il 25 luglio 2014 - Scritto da Gioacchino Genchi

I giudici della Prima sezione del Tar di Palermo presieduta daFiloreto D’Agostino hanno reintegrato in polizia Gioacchino Genchi, vicequestore e consulente informatico della Procura, assistito nel ricorso da Giovanni e Giuseppe Immordino. I giudici amministrativi (con la Sentenza n. 205/2014 del 24-07-2014) hanno annullato i provvedimenti con i quali il ministero dell’Interno aveva in un primo momento disposto la sospensione temporanea dal servizio di Genchi, e poi irrogato la sanzione della destituzione dal corpo della polizia di Stato. Secondo i giudici le dichiarazioni fatte da Genchi e i comportamenti messi…

Genchi: ‘Rientro in polizia’. Il Tar ha annullato la sua destituzione

Pubblicato il 24 luglio 2014 - Scritto da Gioacchino Genchi

Gioacchino Genchi,ora avvocato, è dunque tornato vice questore aggiunto. E dice a Fronte del Blog: «Col lavoro precedente, il riscatto degli anni della laurea e della pratica legale, ho maturato i quarant’anni per andare in pensione. Ma intanto, rientro». Fu sospeso per tre dichiarazioni. E destituito dalla polizia. Un caso più unico che raro. Scrivono i giudici: «D’altra parte, la sanzione della destituzione normalmente dovrebbe conseguire a fatti gravissimi e l’Amministrazione non l’ha mai applicata neppure nei confronti di dipendenti macchiatisi di delitti oltremodo gravi». Già. Fu un inverno caldo…

Picchiate, ma non parlate

Pubblicato il 19 aprile 2013 - Scritto da Gioacchino Genchi

E’ un’infame calunnia affermare che la Polizia di Stato non espella mai le sue mele marce. Una di queste, o presunta tale, è stata infatti destituita senza tanti complimenti due anni fa, il 20 febbraio 2011. Si chiama Gioacchino Genchi, era un vicequestore in servizio da 25 anni e da tempo in aspettativa per svolgere delicatissimi incarichi di consulente tecnico-informatico per le procure e i tribunali più impegnati nella lotta alla criminalità organizzata. Incarichi iniziati al fianco di Giovanni Falcone e proseguiti nelle indagini sulle stragi del 1992, col risultato…

4 agosto 2012: premio Castelbuono a Gioacchino Genchi come personaggio dell’anno

Pubblicato il 26 luglio 2012 - Scritto da Gioacchino Genchi

L’organizzazione del “Premio Castelbuono – Eccellenze & Contaminazioni di Castelbuonesità”, in programma sabato 4 agosto alle ore 21,30 a piazza Castello, ha scelto i nomi dei personaggi che riceveranno gli ambiti riconoscimenti. La serata, del primo sabato d’agosto, che si svolgerà sul palco ai piedi del castello dei Ventimiglia avrà attesi protagonisti tanti eccellenti figure vanto dell’intera comunità di Castelbuono. Per le dieci sezioni previste, questi i nomi dei prescelti. Per lo spettacolo il premio Castelbuono 2012 andrà all’evento di musica indie Ypsigrock, quest’anno giunto alla sedicesima edizione e che…

20 LUGLIO 1992: LO STATO RISPONDE A COSA NOSTRA

Pubblicato il 11 luglio 2012 - Scritto da Gioacchino Genchi

Genchi: “All’alba 150 mafiosi vennero prelevati in segreto all’Ucciardone e portati a Pianosa”. Il “papa” che s’accascia sotto il sole. Si piega sulle ginocchia. A Pianosa non c’è un filo d’erba, il caldo è torrido, dagli elicotteri i mafiosi scendono in fila indiana, incatenati gli uni agli altri – a gruppi di otto – e si fermano sul piazzale davanti al carcere: è il 20 luglio 1992. Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta sono stati ammazzati poche ore prima in via D’Amelio. Gioacchino Genchi ha 31 anni e il capo…