CONTATTA LO STUDIO
Pbx con ricerca automatica: 0692959901

In Evidenza

Screenshot_20190823-133214

Escursionista ritrovata grazie a WhatsApp

Disavventura. Malore nei boschi, soccorsa

il Fatto Quotidiano - 23 agosto 2019 - di Vincenzo Iurillo

Dall’isola di Ischia rimbalzano notizie che darebbero ragione a Gioacchino Genchi sui presunti errori commessi durante le ricerche di Simon Gautier. Nei giorni scorsi in un’intervista al Fatto Quotidiano il superconsulente informatico di numerose inchieste su omicidi e stragi di mafia, ha sottolineato una “imperdonabile disaccortezza” commessa durante i soccorsi…

Soccorritori del Soccorso alpino durante le ricerche di Simon Gautier, il 27enne turista francese disperso da 9 giorni nel Cilento, poi trovato morto in un burrone in una zona di Belvedere di Ciolandrea, nel comune di San Giovanni a Piro, in provincia di Salerno, 19 agosto 2019.
ANSA/ CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

“Si poteva localizzare prima, la tecnologia c’è”

Gioacchino Genchi. Il consulente informatico: "Serve cooperazione tra 118 e compagnia telefonica"

il Fatto Quotidiano - 20 agosto 2019 - di Vincenzo Iurillo

Secondo Gioacchino Genchi, avvocato ed ex consulente informatico di delicate indagini della storia recente, il povero Simon Gautier, ritrovato cadavere dopo 9 giorni di perlustrazioni negli anfratti del parco del Cilento, poteva essere rintracciato “entro un’ora al massimo dalla sua telefonata al 118”. Delimitando la sua posizione in uno spazio…

questura palermo

Falcone-Borsellino, la scatola nera delle stragi è in un hangar della polizia

Il Sole 24 Ore - 19 luglio 2019 - di Nino Amadore

C'è una “scatola nera” delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio che finora non è stata analizzata compiutamente e che potrebbe dare un contributo importante per comprendere che cosa è accaduto in quei 57 giorni che separano la strage in cui morì Giovanni Falcone il 23 maggio da quella…

Screenshot_20190719-075038

Smentito il Garante: l’archivio di Genchi era regolare

NEL 2009 I CARABINIERI GLI SEQUESTRARONO I DATI DELLE INCHIESTE POSEIDONE E WHY NOT: IERI IL TRIBUNALE DI PALERMO HA STABILITO CHE QUEL DATABASE ERA LEGITTIMO

il Fatto Quotidiano - 19 luglio 2019 - di Antonio Massari

Era il 2009. Silvio Berlusconi lo definì “il più grande scandalo della Repubblica”. Per Francesco Rutelli si trattò di una “questione molto rilevante per la nostra libertà e la nostra democrazia”. Alcuni giornali titolarono: “L’orecchio che ascoltava tutto il potere”. Sette anni dopo, nel 2016, il Garante della Privacy chiede la…

Screenshot 2019-07-17 18.02.12

I buchi neri della Strage di via D’Amelio: ecco tutti i misteri irrisolti

LE OMBRE SU QUEL 19 LUGLIO 1992

il Sicilia - 17 luglio 2019 - di Davide Guarcello

La prima svolta nelle indagini sulla Strage di via D’Amelio in cui perse la vita il giudice Paolo Borsellino è arrivata col “Borsellino quater” che ha certificato nel 2017 il colossale depistaggio (“uno dei più gravi depistaggi della storia giudiziaria italiana”) messo a segno probabilmente dalle “menti raffinatissime” di cui parlava Falcone. Palma e Petralia – frame TGR SiciliaE mentre il…

WhatsApp Image 2019-07-16 at 20.23.34

Fondi russi e intercettazioni, la parola all’esperto

Agorà Estate - 16 luglio 2019 - di Carlo Puca e Brenno Marcellini

Il caso Russia-Lega sta scuotendo il Governo e il mondo politico.   Ma dietro la diffusione della famosa intercettazione di Buzzfeed c'è dell'altro? Chi ha registrato il dialogo all'hotel Metropol di Mosca? E perché? Chi ha deciso di far uscire la registrazione? Perché proprio ora?   Lo abbiamo chiesto a…

antonello-montante

«Io, una vittima del “sistema Montante”»

Processo "Double face": ecco il verbale acquisito con le dichiarazioni di Iacuzzo. «Mio padre mi disse "con Montante non prendere nemmeno il caffè"»

La Sicilia - 3 luglio 2019 - di Alessandro Anzalone

Parte offesa e testimone nello stesso processo: non è un solo caso quello che si verifica nel processo per l'operazione "Double face". Lunedì scorso il Tribunale presieduto da Francesco D'Arrigo (a latere Santi Bologna e Giulia Calafiore) ha acquisito al fascicolo del dibattimento, un verbale di interrogatorio reso dall'ex direttore…

Cisterna

Falso all’Università Mediterranea: confermata in Appello la condanna per il giudice Alberto Cisterna

C.S.M.: ormai acronimo di “Ciechi, Sordi e Muti”

Comunicato stampa - 29 giugno 2019 - di Gioacchino Genchi

Solo "il Dispaccio" di oggi dà notizia della conferma della condanna in appello del giudice Alberto Michele Cisterna per i falsi commessi all'Università Mediterranea, per i quali era già stato condannato nel giugno 2017 dal Tribunale di Reggio Calabria alla pena di un anno di reclusione con la sospensione condizionale.…

FOTO INEDITE TRATTE DALL'ALBUM DI FAMIGLIA DI PAOLO BORSELLINO, BORSELLINO CON LA MOGLIE AGNESE E IL FIGLIO MANFREDI (Franco Lannino / Studio Camera //Fotogramma, palermo - 1985-07-04) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

“Su Agnese e i figli gli occhi del Viminale e di un prete”

Genchi in aula: "Il prefetto Luigi Rossi, attraverso il prete, tiene la famiglia ibernata, perché non nuoccia"

il Fatto Quotidiano - 28 giugno 2019 - di Giuseppe Lo Bianco - Sandra Rizza

Pubblichiamo un estratto del libro “DepiStato” di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza (Chiarelettere), in libreria da oggi.   Nei mesi immediatamente successivi alla strage di via D’Amelio, il Viminale sembra più preoccupato a controllare la famiglia Borsellino che a cercare la verità. Lo racconta nell’aula del processo ai tre…

Screenshot 2019-06-18 16.07.01

Csm, Genchi: “Trojan nelle intercettazioni? Fanno giustizia ma inquietano perché uso è delegato a privati”. E ricorda Falcone

il Fatto Quotidiano - 18 Giugno 2019 - di Gisella Ruccia

  “L’uso dei trojan nelle intercettazioni? L’aspetto che più mi inquieta è il fatto che l’uso dei trojan è delegato a soggetti privati fuori dall’arco istituzionale”. Sono le parole dell’avvocato Gioacchino Genchi, intervistato nella trasmissione “L’Italia s’è desta”, su Radio Cusano Campus (qui l'audio).   L’esperto informatico spiega: “L’attivazione e la disattivazione dei trojan, operazioni fondamentali…

Benvenuti

L’Avv. Gioacchino Genchi opera nel settore della difesa penale e della consulenza giudiziaria, tanto nel corso delle indagini preliminari che nelle diverse fasi processuali.

L’Avv. Genchi svolge la sua attività professionale in tutto il territorio nazionale, anche in raccordo con altri professionisti nel settore delle consulenze giudiziarie e con diversi altri studi legali.

Lo studio legale trae origine dall’esperienza ultra trentennale dell’Avv. Gioacchino Genchi nelle indagini e nelle consulenze giudiziarie, con particolare riguardo all’utilizzo dell’informatica nella destrutturazione e nell’analisi degli eventi investigativi e dei riscontri processuali, nei settori delle intercettazioni telefoniche ed ambientali, dei dati di traffico telefonico (c.d. tabulati), della localizzazione geo-referenziale dei cellulari, del recupero forense e dell’esame dei dati e dei reperti elettronici ed informatici.

L’Avv. Gioacchino Genchi si avvale degli specialisti informatici e delle strutture tecnologiche del C.S.I. Srl (Centro Servizi Informatici) di Palermo, che opera dal 1995 in modo esclusivo nella consulenza tecnico-giudiziaria nel settore informatico, telefonico e telematico.

Nella predisposizione della difesa penale lo studio dell’Avv. Gioacchino Genchi utilizza apparecchiature informatiche all’avanguardia nonché programmi e tecnologie software proprietarie, ampiamente sperimentate in sede giudiziaria nella formazione della c.d. «prova elettronica», acquisita mediante l’uso di impianti di intercettazione, dispositivi di video-ripresa, di rilevazione satellitare GPS (Global Position System), impianti telematici, computer forensics, ecc.

Lo studio, nell’analisi delle specifiche problematiche investigative e processuali, si avvale della consulenza tecnico-scientifica di medici legali, anatomo-patologi, psicologi, tossicologi, chimici, biologi, fisici, esperti di infortunistica stradale, di indagini grafiche, foniche e balistiche.

Con l’ausilio di consulenti e esperti nel settore economico-commerciale, finanziario, bancario e societario, lo studio è specializzato nell’assistenza legale nei procedimenti per l’applicazione delle misure patrimoniali e personali previste dalla legge 31 maggio 1965, n. 575 e succ. modif.

Lo studio è altresì specializzato nello svolgimento di indagini difensive, nell’informatizzazione, nell’indicizzazione e nell’analisi pluri-relazionale della documentazione investigativa e processuale, nell’acquisizione presso le aziende telefoniche dei dati di traffico delle comunicazioni (c.d. tabulati), nella loro elaborazione e analisi, unitamente a quella di estratti conto bancari, carte di credito, tracciati Telepass, contabilità bancaria e commerciale, ecc.

L’assistenza dello studio dell’Avv. Gioacchino Genchi, delle strutture e dello staff dei consulenti di cui si avvale, viene approntata anche ai dominus dei procedimenti penali, mediante associazione nella difesa e/o sostituzione in singole attività processuali, nelle forme previste dall’art. 102 c.p.p.

Curriculum

L’Avv. Gioacchino Genchi è nato a Castelbuono (PA) il 22 agosto 1960. Castelbuono è una ridente località della provincia di Palermo, situata alle pendici delle “Madonie”, con
storiche tradizioni di cultura, democrazia e legalità…

  Leggi tutto >

Lo Studio

Lo studio dell’Avv. Gioacchino Genchi utilizza delle avanzate tecniche informatiche nell’elaborazione e nell’analisi dei dati processuali.
Grazie all’ausilio di qualificati operatori, di una sofisticata strumentazione informatica e…

  Leggi tutto >

Blog/Rassegna stampa

Scopri la sezione blog/rassegna stampa, troverai una racconta storica di tutti gli articoli di stampa, notizie, interventi pubblici nonché delle citazioni e dei riferimenti giornalistici più importanti riguardanti l’Avv. Gioacchino Genchi, a partire dall’inizio delle sue attività…

  Leggi tutto >

Il Caso Genchi

«In Why Not avevo trovato le stesse persone sulle quali indagavo per la strage di via D’Amelio. L’unica altra indagine della mia vita che non fu possibile finire». Inizia così il dialogo tra Gioacchino Genchi e Edoardo Montolli. E per la prima volta viene a galla…

  Leggi tutto >